Perché la nostra ricerca della felicità potrebbe essere piena di difetti

La società moderna sembra essere ossessionata dalla ricerca della felicità, ma secondo alcuni filosofi, questa potrebbe essere una ricerca vana.“La felicità è un’emozione legata al miglioramento della salute e del benessere, ma la nostra ossessione di essere felici è una ricetta per la delusione?”, chiede Nat Rutherford. Cosa vuoi dalla vita? Probabilmente di recente hai[…]

Niente di solido, niente di separato

Quando guardiamo in profondità la vacuità, dice Phil Stanley, troviamo tutto e niente. Nella Madhyamaka, o Scuola della Via di Mezzo, un elemento fondamentale della saggezza è vedere oltre i due estremi dell’eternalismo e del nichilismo. Trascendendo l’eternalismo e il nichilismo, non stai cercando di ottenere un mix a metà e metà dei due; stai[…]

Le distorsioni che portiamo allo studio del Buddhismo

Dzongsar Jamyang Khyentse invita gli occidentali a riconoscere le distorsioni che possiamo portare allo studio del Buddhismo attraverso la nostra arroganza culturale, l’inganno dell’ego e la semplice ignoranza. Il successo del trapianto di una pratica così sottile e stimolante come il Buddhismo, dice, dipende da uno studio approfondito e da un chiaro riconoscimento dei nostri[…]

Colei che sente le grida del mondo: Guan Yin, la compassione

Nell’iconografia buddhista, la Bodhisattva Guan Yin incarna la compassione e, si dice, si manifesti ovunque gli esseri abbiano bisogno di aiuto. Generare tale compassione non è solo un bene per gli altri, dice Christina Feldman, è anche un bene per noi. Mettendo gli altri al primo posto, allentiamo i legami della nostra fissazione sul proprio[…]

Dentro di te senza di te

Come un telescopio lanciato in orbita oltre le distorsioni dell’atmosfera terrestre, la meditazione śamatha fornisce una piattaforma per esplorare lo spazio profondo della mente. Sono stato attratto dalla pratica dello śamatha sin dal primo momento in cui ci sono stato introdotto, a Dharamsala, in India, all’inizio degli anni ’70. Sono stato subito incuriosito dalla possibilità[…]

It from Bit: spiegare la realtà che vediamo

Tutte le cose fisiche sono di origine informativa-teorica e questo è un universo partecipativo. La partecipazione dell’osservatore dà origine all’informazione. “It from Bit”: secondo il fisico pionieristico John Archibald Wheeler sull’informazione, la natura della realtà e il perché viviamo in un universo partecipativo: “La realtà è ciò che riteniamo vero”, affermò nel 1977 il fisico[…]

Che cosa chiamiamo “meditazione”

Proponiamo un estratto del libro “Clear Mirror: The Visionary Autobiography of a Tibetan Master“, l’autobiografia di Dudjom Lingpa (1835-1904), un grande maestro tibetano di Dzogchen nonché tertön, rivelatore di tesori spirituali. Nel seguente testo si illustra, senza mezzi termini, tutta la sofferenza e le relative cause del samsara, l’esistenza ciclica generata dagli esseri senzienti stessi.[…]

Accertare i due tipi di assenza del “sé”

Namo Mañjuśrī! La mente che pensa “io sono” in riferimento ai cinque aggregati (skandha) del proprio continuum psicofisico si aggrappa a quell’io. In altre parole, l’oggetto referente (tib. zhen yul) di tale attaccamento è il sé dell’individuo (skt. pudgalātman) o l’”io”. Finché non facciamo delle indagini o non lo analizziamo, abbiamo la sensazione che questo[…]

Riflessioni sulla preghiera

Un invito Non importa se non sai chi stai pregando, dice Elizabeth Mattis-Namgyel. L’atto stesso di chiedere aiuto permette al cuore di aprirsi e invitare il mondo a entrare. I buddisti tendono a respingere la preghiera, il che forse non è sorprendente. Dopotutto, non stiamo cercando di evitare di attribuire la responsabilità del nostro sviluppo[…]

Fare, Essere e il Grande Intermedio

Porre fine alla ricerca infinita di diventare qualcuno può impregnare le nostre vite di significato? Vogliamo tutti che le nostre vite abbiano un significato, ma a volte non siamo sicuri che cosa possa essere. Questa domanda di significato ha molti lati significativi: è una domanda che tocca il nostro senso di identità e autostima e[…]

Torna su