Quaderni di Nalanda

“[…] Ho pensato che poiché pratico per aiutare altri, se le mie parole e i miei consigli possono aiutare la gente allora ho realizzato il mio scopo. 
Persino il mio guru, S.S. il Dalai Lama, mi ha detto che se puoi aiutare anche solo una persona, questo è Dharma. […]”

Lama Champa Monlam,
“Preghiera d’amore”

Gli insegnamenti dei Maestri sono un tesoro grande.

Abbiamo chiesto ai Centri che fanno parte della Fondazione FPMT (che propone la preservazione della tradizione Buddhista Mahayana Tibetana), di aprire i loro archivi per rendere alcuni dei loro insegnamenti fruibili a tutti. 

Vogliamo riscoprirli e renderli disponibili sia per chi ha partecipato alle giornate di insegnamento, e vuole averne una traccia, sia per chi non ha potuto essere presente.

Quaderni di Nalanda: schizzo del progetto
Ecco lo schizzo del progetto…

Con uno stile speciale che vuole richiamare, anche fisicamente, il testo da cui il Maestro legge l’insegnamento, i Quaderni di Nalanda sono pensati per chi non vuole immergersi solo nelle parole, bensì, rivivere l’esperienza dell’incontro.

Così, ogni pagina è stata pensata con il retro bianco, per dedicarvi un personale spazio di riflessione.

Questo è uno dei progetti a cui si dedicheranno nei prossimi mesi i nostri trascrittori: selezionati gli insegnamenti, ci aiuteranno a portare su carta le parole dei maestri, e insieme ad esse il tono, le pause, le inflessioni, la peculiarità di ogni voce

Il progetto editoriale

Per una collana così speciale, anche la stampa e il confezionamento dei Quaderni non possono essere lasciati al caso.

Con i Quaderni di Nalanda abbiamo inaugurato un’importante collaborazione con Grafica KC, la prima tipografia in Europa a ricevere la certificazione internazionale Eco-print©che premia le aziende in questo settore attente a limitare il proprio impatto ambientale nel processo di stampa.

Insieme alla tipografia, abbiamo scelto carte speciali riciclate, piacevoli al tatto e da guardare. In particolare le copertine,che avranno diversi colori. Ci siamo innamorati di una particolare gamma che incorpora nella carta residui di lavorazioni agricole alimentari, dandogli una nuova vita: un Quaderno di Nalanda rosso sarà quindi stato una ciliegia, uno indaco avrà dondolato nel sole come rametto di lavanda, e così via.

Inoltre, questa tipografia ha avviato un progetto con le carceri di Genova. Offre un percorso di formazione professionale ai carcerati con borse lavoro concrete che aiutino il reinserimento nella società, una volta scontata la condanna. Poiché riteniamo fondamentali le seconde occasioni, abbiamo deciso di fare parte di questo importante percorso: ogni Quaderno è stato cucito a mano con punto giapponese da un detenuto, di cui potrete leggere il nome sulla vostra copia.

Per maggiori informazioni, visita il sito http://www.kcedizioni.it

I quaderni

Il primo quaderno uscirà a fine ottobre, ed è dedicato a Ghesce Ciampa Ghiatso, al quale abbiamo associato il color lavanda. Ma stiamo già lavorando a diversi nuovi testi, per cui continuate a seguirci per scoprire le prossime novità.