Candrakīrti (580-660 ca.) fu un filosofo buddhista indiano e un bodhisattva, famoso per l’uso del ragionamento nell’articolare una visione particolarmente raffinata e sottile della filosofia della Via di mezzo (madhyamaka) e una descrizione del sentiero del buddismo Mahāyāna. Secondo le fonti tibetane, Candrakīrti nacque molto probabilmente nella seconda parte del VI secolo d.C. in India, in

Saka Dawa 2023

Domani, domenica 4 giugno, ricorre la festività di Saka Dawa. Si tratta di un’importante celebrazione nel quarto mese del calendario tibetano, che di solito corrisponde a maggio o giugno nel calendario gregoriano. Avviene il 15 giorno del mese di Saka Dawa, appunto, in concomitanza con la luna piena. Questa festività commemora al contempo la nascita, l’illuminazione

Il Buddha insegna che cos’è la retta parola illustrandola nelle sue quattro componenti: astenersi dal parlare in modo falso, astenersi dal parlare in modo calunnioso, astenersi dal parlare in modo duro e astenersi dalle chiacchiere inutili. Poiché gli effetti della parola non sono immediatamente evidenti come quelli delle azioni fisiche, la sua importanza e il suo

i 15 miracoli del Buddha

La prima luna piena del calendario lunare tibetano è celebrata come il Giorno dei Miracoli, o Chotrul Duchen, ricorrenza che commemora l’ultimo giorno di azioni miracolose del Buddha, durate 15 giorni. Il Buddha compì i miracoli in risposta alla sfida di sei maestri rivali. Questi 15 giorni sono giorni di moltiplicazione dei meriti in cui ogni

Le basi della pratica buddhista: studiare, riflettere, meditare

Siamo lieti di anticiparvi alcuni passaggi tratti dalla prefazione del volume di prossima pubblicazione Le basi della pratica buddhista – Studiare, riflettere, meditare. Il secondo della collana di Sua Santità il XIV Dalai Lama Saggezza e compassione (il primo è I primi passi sul sentiero buddhista). Avete tra le mani il secondo volume della collana Saggezza

i diciassette pandita del Nalanda

Spesso Sua Santità il Dalai Lama afferma che il Buddhismo tibetano altro non è che il Buddhismo dell’India antica della tradizione del Nalanda. Nalanda era la grande università monastica che sorgeva nell’attuale Bihar, in India. Molti dei più grandi maestri e studiosi del Buddhismo indiano risiedevano – e spesso presiedevano – proprio in questo centro che

Lama Yeshe ha dato questo insegnamento sulla bodhicitta e sui voti di bodhisattva il 10 dicembre 1983, durante il sedicesimo corso di meditazione tenutosi nel monastero di Kopan, in Nepal. Questo è stato l’ultimo insegnamento pubblico di Lama Yeshe prima della sua tragica scomparsa nel marzo 1984, quindi ha un significato speciale. Penso che sia assolutamente

Tsongkhapa Lobzang Drakpa (tsong kha pa blo bzang grags pa) nacque nella regione di Tsongkha (tsong kha) nell’Amdo nel 1357. Tra i numerosi eventi miracolosi e presagi che si ritiene si siano verificati intorno alla sua nascita, forse il più famoso è quello di una goccia di sangue che si dice sia caduta a terra dal

Ricordando Palden Gyatso, oceano glorioso

Palden Gyatso è stato un monaco buddhista tibetano che ha sfidato la dittatura cinese sulla sua patria e poi è riuscito a fuggire di prigione per raccontare al mondo la sua storia di oltre tre decenni di privazioni nelle carceri e nei campi di lavoro cinesi, è morto il 30 novembre 2018, a Dharamsala, in India,

Carrello