Come essere una Forza per il Bene

Daniel Goleman ci racconta come, seguendo la guida del Dalai Lama, possiamo davvero rendere il nostro mondo migliore.

È giunto il momento per una forza positiva.

Ognuno di noi può unirsi a quella forza finalizzata a un mondo migliore e la consapevolezza gioca in questo ambito un ruolo cruciale.

Il Dalai Lama ha tracciato una mappa strategica per questa forza, concentrandosi sul bene che ognuno di noi può fare. Ci sono tre passaggi: in primo luogo, acquisire la calma interiore; secondo, seguire un timone interiore verso la compassione; terzo, agire ora, in qualunque modo si possa.

Sua Santità Il Dalai Lama. Photo by Olivier Riché

Ognuno di noi ha gli strumenti per aiutare a cambiare il mondo verso una direzione migliore.

La consapevolezza, ovviamente, diviene strumento potente per generare chiarezza e calma interiore. La ricerca mostra come, sin dall’inizio, la consapevolezza rafforzi la concentrazione e riduca la distrazione affinché possiamo concentrarci meglio sui nostri obiettivi. La consapevolezza calma anche l’amigdala istintiva, la quale innesca reazioni di cui ci potremmo pentire in seguito; quindi, la pratica della consapevolezza, ci dà quel fondamento interiore che è alla base della forza mentale.

Per quanto riguarda la compassione, anche qui la ricerca conferma il potere della meditazione sulla gentilezza amorevole – l’accompagnamento naturale della consapevolezza – per aumentare il nostro amore verso gli altri, per aumentare la nostra generosità ed essere più propensi a mettere in atto quei sentimenti aiutando chi é bisognoso. Proviamo a impiegare la nostra vita utilizzando la compassione come guida di ciò che facciamo.

Poi, da quella posizione calma, chiara e premurosa, dice il Dalai Lama, agisci ora. Ognuno di noi ha gli strumenti per aiutare a cambiare il mondo in una direzione migliore. Ognuno di noi ha una sfera personale di influenza; alcuni di noi hanno diverse posizioni di potere, potremmo anche avere delle abilità speciali. Integriamo tutto ciò con il modo migliore che conosciamo di mettere a frutto le nostre abilità.

Ci sono sei arene che il Dalai Lama considera fondamentali per il futuro del nostro mondo

1. Opporsi al modo di pensare noi-e-loro.

Di questi tempi questo sembra un luogo interessante per mettere le nostre energie. Come osserva il Dalai Lama, fare lo sforzo di  allungare la mano alle differenze può essere salvifico. Decenni di ricerche sull’amicizia tra persone nei gruppi “noi” e “loro”, in particolare tra i bambini, eliminano i pregiudizi.

Ma non concentriamo tutte le nostre energie lì. Ci sono altre ferite da curare.

2. L’ambiente

“La Terra è la nostra casa e la nostra casa è in fiamme”, dice il Dalai Lama. Il riscaldamento globale è ormai un’icona rappresentativa della situazione, ma ci sono otto sistemi globali che supportano la vita sul nostro pianeta, ognuno dei quali subisce danni continui dalle attività umane quotidiane. I possibili modi per dare un contributo in questo caso vanno dall’eliminazione della plastica a base di petrolio dalle nostre vite e dalla catena di approvvigionamento, alla rivendicazione di aria pulita.

3. Opporsi all’ingiustizia

L’ordine sociale stesso crea disuguaglianze strutturali. Lavorare insieme per eliminarle può creare un futuro migliore per tutti.

4. Un’economia più umana

Il divario crescente tra ricchi e poveri, dice il Dalai Lama, sembra un “crimine morale“. Questo divario è stato messo in gioco, ad esempio, nel dibattito sull’assicurazione sanitaria: in molti paesi l’assistenza sanitaria è un diritto universale, non solo per le persone che possono pagare. Un’economia umana significa trovare strade per ridurre il divario tra ricchi e poveri.

5. Aiutare chi ha bisogno

Questo sembra un gioco da ragazzi. Ma i modi per mettere in atto tale aiuto includono non solo aiutare direttamente – come dare un sussidio a un senzatetto – ma anche aiutarlo ad aiutare se stesso – per esempio, tramite la formazione professionale.

6. Educa il cuore

Il futuro del mondo è nelle mani dei nostri figli. Un’educazione che includa la consapevolezza e la cura darà ai giovani gli strumenti per agire abitualmente per perseguire una società migliore.

Infine, agisci ora, in qualunque modo tu sia chiamato a farlo. Altrimenti le forze tossiche in libertà oggi definiranno il nostro tempo. Ognuno di noi, agendo a modo proprio, può creare insieme una forza più forte per il bene.

Articolo uscito su Lion’s Roar a luglio 2020

Daniel Goleman

Daniel Goleman, Ph.D., è l’autore di Intelligenza emotiva: Che cos’è e perché può renderci felici. Lavora come giornalista scientifico, Goleman scrive sul cervello e sulle scienze comportamentali per il New York Times.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su